giovedì 21 luglio 2016

Random Readings #2

Altra serie di quattro libri che ho letto in tempi più o meno recenti e di cui vi fornisco la mia modestissima opinione e/o breve recensione, che dir si voglia.

1. Terapia di coppia per amanti, Diego De Silva; 2. L'arte delle liste, Dominique Loreau; 3. I love shopping a Hollywood, Sophie Kinsella; 4. Kobane Calling, Zerocalcare

Terapia di coppia per amanti, di Diego De Silva

E' un romanzo-commedia, leggero e sfizioso, molto ironico e divertente sia nella caratterizzazione dei personaggi che, soprattutto, nel linguaggio. Se siete alla ricerca di qualcosa da leggere sotto l'ombrellone, direi che questo può fare al caso vostro, perché è un libro che in fondo parla pur sempre d'amore, ma in modo assolutamente non convenzionale, con scene e dialoghi a metà tra il reale e il surreale. Una lettura poco impegnata ma piacevole, non banale e senz'altro originale.


L'arte delle liste, di Dominique Loreau

Considerato che spesso mi trovo a compilare liste - una su tutte quella delle cose da fare, ma anche dei libri letti/da leggere, dei film visti/da vedere, solo per dirne alcune -, ero ovviamente oltremodo incuriosita dal titolo di questo libro. In realtà già dalle prime pagine si percepisce l'influenza di una filosofia orientale e un po' zen che tende - un po' alla Marie Kondo - a caricare di un'importanza eccessiva cose che a parer mio sono invece inutili o poco più che superflue. Io credo fortemente che scrivere aiuti molto a ricordare le cose e ad organizzarsi meglio, e personalmente ne sento spesso l'esigenza per queste finalità, ma in merito a ciò ritengo che questo libro possa, sì, dare qualche spunto interessante, ma nulla più.


I love shopping a Hollywood, di Sophie Kinsella

A malincuore, stavolta mi tocca dare una nota negativa alla Kinsella, autrice che deve la sua notorietà proprio alla serie I love shopping, iniziata nel lontano 2000 e da me sempre particolarmente apprezzata, ma che effettivamente ora inizia un po' a perdere colpi e diventare un po' forzata, sia nella trama che nel personaggio di Becky, che tanto si era fatta amare nei volumi precedenti della serie e che invece in questo volume appare piuttosto sottotono.
Tra l'altro, il libro è anche privo di una conclusione, per la quale rimanda al capitolo successivo della saga, I love shopping a Las Vegas, scelta puramente commerciale che io non condivido per niente. Insomma, se vi approcciate per la prima volta alla saga, vi consiglio caldamente di cominciare dai primi capitoli della serie, senz'altro i meglio riusciti. Se, invece, come me, ne siete già fanatici ma non avete letto questo libro, state tranquille che non vi state perdendo niente.


Kobane Calling, di Zerocalcare

Anche nel Random Readings #1 avevo recensito positivamente un libro di Zerocalcare, e ancor meglio mi tocca fare in questa sede, perché Kobane Calling merita senza alcun dubbio 6/5 stelle. La tematica è seria e attuale: si parla di guerra e di lotte per la libertà, al centro di una vera e propria esperienza di vita, importante e difficile, vissuta dall'autore e raccontata, come sempre, alla maniera inconfondibile di Zerocalcare, che mentre diverte, fa riflettere. Un lavoro impeccabile, perché raccontare in maniera semplice delle vicende così difficili e complesse non è roba da tutti, e invece Zerocalcare riesce a farlo, e senza mai perdere di umiltà.
C'è poco da dire, questo è un libro da leggere.

Nessun commento:

Posta un commento