martedì 6 ottobre 2015

GoodThings | Settembre 2015


La più grande novità del mese scorso è stata che, proprio come ogni Settembre che si rispetti, ho iniziato a fare qualcosa di nuovo, che nel mio caso è stato lo yoga, e la cosa bella è che non ho ancora smesso. Ma di questo potrei parlarvi meglio in un post apposito.

E, rimanendo in tema orientaleggiante, c'è stato a Napoli for the first time proprio il Festival dell'Oriente, dove ho piacevolmente trascorso 9 ore di un sabato avendo modo, tra l'altro, di partecipare anche a una lezione di yoga e acroyoga, come vi ho raccontato qui.

La canzone che ho ascoltato di più è stata Love is a losing game, un capolavoro di Amy Winehouse, una delle più gravi perdite del panorama musicale, che io ogni tanto riscopro, riconoscendone sempre più il talento. Sarei anche curiosa di vedere il film-documentario che hanno girato su di lei, e che è stato nelle sale solo per tre giorni - non ho ben capito perché - e quindi non ho fatto in tempo ma, se l'avete visto, non astenetevi dal darmene un'opinione.


Altra cosa bella di Settembre - se proprio vogliamo trovare qualcosa di bello nella fine dell'estate - è la ripresa delle serie tv che, una alla volta, tornano a riempire le mie serate. Quindi è iniziata la seconda stagione di Gotham, con una puntata niente male, la seconda stagione anche di How to get away with murder, anche questa con una gran bella puntata, e la quinta stagione di Once Upon a Time, che forse è l'unica che non mi ha colpito particolarmente.

Ho letto anche la bellezza di due libri nel mese scorso: Dov'è finita Audrey?, di Sophie Kinsella, e Kitchen di Banana Yoshimoto, due autrici di cui avevo già letto e apprezzato altri libri. La Kinsella, sempre ironica e mai banale, è forse la mia autrice preferita per quanto riguarda le letture leggere, non impegnative, scorrevoli e divertenti, mentre della Yoshimoto mi piace lo stile insieme semplice e intimo, che riesce a trasmettere gli stati d'animo dei protagonisti con molta delicatezza.

Riguardo ai prodotti più utilizzati del mese, al primo posto metterei l'olio di cocco, che avevo inserito anche nei Summer essentials, ma che è soprattutto un post-summer essential, per recuperare un attimo la situazione capelli disastrati da sole, mare e quant'altro. E poi, da quando li ho comprati, ho usato praticamente tutti i giorni i Cream Crush Longlasting Eyeshadow di Kiko, che vi ho swatchato e recensito qui, e che sono assolutamente perfetti quando vado di fretta e/o quando non ho voglia di truccarmi, cioè quasi sempre. Si applicano e sfumano facilmente senza fare macchie, e durano anche tutto il giorno, insomma un prodotto davvero valido.

E il vostro Settembre com'è stato?

Nessun commento:

Posta un commento